Blog-Monks-2

Birra Nursia, prodotta dai monaci di Norcia, entra nel catalogo Interbrau

Articolo originale

Nato per condividere con l’esterno la gioia per il lavoro delle proprie mani, come da tradizione monastica, il birrificio del Monastero di San Benedetto di Norcia produce due birre di prestigiosa qualità, appaganti per il gusto e per lo spirito, capaci di “allietare il cuore” come da motto di Birra Nursia. Che da oggi fa parte della gamma Interbrau.

 

Ut laetificet cor, ovvero “che allieta il cuore”. La scelta del payoff di Birra Nursia non è casuale e rispetta una tradizione monastica antichissima: quella di condividere con l’esterno i frutti del proprio lavoro quotidiano è una gioia che riempie il cuore dei frati, permettendo loro di trasmettere la propria visione della vita alla società.

 
Rispettando la cultura monastica, il Monastero di San Benedetto di Norcia ha deciso nel 2012 di costruire un birrificio e di produrre in maniera totalmente indipendente la propria birra.
La prima specialità uscita dalla sala cotte del monastero umbro si chiama Birra Nursia Bionda. Ispirata alla tradizione belga, è una birra ad alta fermentazione che fa della freschezza la sua caratteristica peculiare. Equilibrata e dissetante, Birra Nursia Bionda è un ottimo aperitivo che non rinuncia però a caratterizzarsi grazie ad aromi maltati e floreali.

 
L’ottimo risultato raggiunto dalla Bionda in termini di feedback ha convinto i monaci a cimentarsi anche con una Dubbel, dando vita a Birra Nursia Extra. Colore scuro e corpo pieno, la Extra raggiunge la soglia del 10% di volume alcolico. Protagonisti sono però i profumi ed il sapore che evolvono durante la degustazione, ergendola a “birra da meditazione”, anche se non risulta azzardato l’abbinamento con i piatti ricchi e complessi della tradizione gastronomica del centro Italia, in primis con i tipici salumi di Norcia.

 
Due birre che allietano il cuore di chi le produce e di chi le degusta, che finalmente entrano nel catalogo Interbrau.